Il cuore più bello e quello rappezzato

Il cuore più bello e quello rappezzato

Cuore Rappezzato

Il cuore più bello e quello rappezzato

In una piazza gremita di gente, un ragazzo su uno sgabello diceva di avere il cuore più bello del mondo e lo mostrava orgoglioso a tutti. La gente ammirava quel cuore perfetto, forte, vigoroso, senza il minimo difetto e più erano concordi nell’ammettere che quello era davvero il cuore più bello che avessero mai visto, più lui si inorgogliva. Ad un tratto, dal fondo della piazza, si fa strada un vecchio signore, dicendo che quel cuore era molto meno bello del suo. Salì anche lui sullo sgabello e mostrò il suo cuore. Era un cuore pieno di cicatrici, pieno di toppe, di bitorzoli, qua e la c’erano dei buchi dove mancavano addirittura dei pezzi. La gente rimase perplessa nel vedere quel cuore così malconcio. Il giovane scoppiò a ridere, dicendo con quale coraggio potesse affermare una cosa del genere, che non poteva confrontare quel cuore pieno di ferite e cicatrici, col suo cuore perfetto.
E’ vero – rispose il vecchio – Il tuo cuore è perfetto ma non farei mai a cambio col mio. Ogni ferita rappresenta una persona cui ho dato il mio amore, ho staccato un pezzo del mio cuore e gliel’ho donato. Spesso ho ricevuto in cambio un pezzo del loro cuore per colmare quel vuoto ma ciò che diamo non è mai uguale a ciò che riceviamo e così ho qualche bitorzolo cui, però, sono affezionato perché mi ricordano l’amore che ho condiviso. Altre volte ho donato pezzi del mio cuore a persone che non mi hanno corrisposto ed ecco quei buchi. Amare è rischioso ma per quanto dolorose siano quelle voragini, mi ricordano sempre l’amore che ho provato per quelle persone. Comprendi, adesso, cos’è il vero amore?
Il ragazzo era rimasto senza parole, con le lacrime che gli scendevano a fiumi sul viso, prese un pezzo del suo cuore e lo porse tremando, al vecchio. Costui lo accettò e lo mise nel suo cuore, poi prese un pezzetto del suo cuore rattoppato e lo diede al giovane che lo mise nello spazio rimasto vuoto. Non combaciava perfettamente, faceva un piccolo bitorzolo. Ora il suo non era il cuore perfetto di prima ma lo trovava più meraviglioso che mai, perché l’amore del vecchio ora scorreva dentro di lui!

Prendete pure un pezzetto del mio cuore, se volete…